Che cosa trovi in un ristorante a Roma: 3 fattori importanti

La paella alla valenciana

La paella è un piatto tipico della tradizione iberica e di certo non può mancare in un buon ristorante spagnolo Roma. Si tratta di un riso condito con altri ingredienti che viene cotto in un particolare tegame basso, spesso in rame. La paella vien preparata per più persone perché non è possibile avere solo una porzione unica perciò è perfetta per essere mangiata in compagnia dopo una lunga giornata di visite per il centro storico e non solo di Roma città capitale. Una particolarità della paella è che nella fase finale di cottura non vien praticamente mescolata e forma sul fondo una crosticina dovuta al riso che un po’ si attacca al tegame. Gli ingredienti scelti per la sua preparazione sono fedeli alla tradizione della penisola iberica ma provenienti solo dal territorio vicino a Roma per proporre un gusto davvero ricco e verace.

Il menù per celiaci

Un buon ristorante spagnolo Roma ha anche delle proposte per i celiaci, cioè quelle persone che non possono mangiare ingredienti contenenti glutine. Si tratta di tutti i derivati del grano come la pasta, la farina e il pane, cosa che limita un po’ i piatti che si possono consumare. Un buon ristornate ha delle proposte anche per i celiaci così che possano avere una cena piacevole senza dover rinunciare a piatti tipici sia di Roma che della penisola iberica. La paella è a base di riso e perciò può essere mangiata tranquillamente anche dei celiaci e dagli intolleranti al glutine.

I dolci fatti in casa

Una delle particolarità di un buon ristorante spagnolo Roma son i dolci fatti in casa perché i dolci preconfezionati comprati dai grossisti non si possono più vedere, tanto che si rischi di rovinarsi la cena per una conclusione sbagliata. Ingredienti genuini e selezionati sul territorio, una ricetta tradizionale e una preparazione attenta è quello che ci vuole per mettere in tavola un dolce da leccarsi i baffi, degna conclusione di un pasto da re.

Categories: News